Sono fiero di aver perso, come Don Chisciotte.

Cari amici di ComeDonChisciotte,

sono Rugge, titolare del dominio Comedonchisciotte.org fino a due mesi fa. Scrivo questa lettera affinché possiate farvi un’idea dell’accaduto.

La scrivo sul mio vecchio sito. Il sito grazie al quale fui insignito a diventare Come Don Chisciotte.

Due mesi fa è stata cambiata arbitrariamente l’intestazione del dominio Comedonchisciotte.org dalla mia persona a quella di un’altra persona; meno di due settimane fa l’intestazione è passata alla Come Don Chisciotte Ltd. Il giorno prima il mio account del sito è stato modificato rimuovendo i permessi da amministratore. Tutte queste azioni sono state fatte a mia insaputa.

Proprio coloro i quali affermano di difendere la verità contro le bugie dei media di regime, hanno agito alle mie spalle, tradendo la mia fiducia.

Proprio coloro i quali si ergono a paladini dei grandi valori dell’umanità, e si prefiggono di combattere la deriva inumana del mondo distopico che ci troviamo a vivere, sono stati capaci di un comportamento tanto sleale.

Proprio coloro i quali pretendono di mettersi al timone di ComeDonChisciotte, rappresentano di fatto quelle ingiustizie contro le quali il nostro prode si scagliava.

Vi auguro di non provare mai l’amarezza che sto provando, o la rabbia mista a disgusto che ho sentito apprendendo della “retrocessione” del mio account, espropriato dei permessi da amministratore.

Vi auguro di non provare mai quella dolorosa sensazione di vuoto di chi lascia le proprie chiavi di casa a qualcuno, e un giorno, improvvisamente, si trova chiuso fuori.

Con la loro nauseabonda ipocrisia, ammantata da un falso e stucchevole paternalismo, stanno cercando di legittimare quest’operazione.

Potranno raccontarvi molte cose, ma non potranno mai affermare in coscienza di aver agito in modo trasparente, chiedendomi di autorizzare la sostituzione della proprietà del dominio.

Non essendo nella mia indole il ‘fregare il prossimo’, sono di norma incauto, talvolta ingenuo, nel non prendere precauzioni per non essere a mia volta fregato. Essendo invece nella mia indole dare fiducia agli altri, soprattutto agli amici, ho lasciato la gestione, e quindi tutti gli accessi a tutti i portali web – dal provider del dominio al fornitore del server e di tutti i servizi annessi e connessi – a una persona che credevo di fiducia.

L’intestazione del domino è stata fatta a mio nome perché ero l’unico disposto ad assumere la responsabilità della gestione del sito, sin dalla primavera del 2020. È stato per me, incurante dei rischi connessi, un vero onore.

Ora, schermati da una ‘Private Limited Company’ in Inghilterra, tutti si sono fatti coraggio: che valorosi Don Chisciotte!

Ho sempre condiviso le mie prospettive di crescita del sito con l’intera redazione. Tuttavia, questi progetti, dapprima condivisi da tutti, sono stati sabotati per mantenere una forma verticistica della redazione stessa.

Ecco perché non ho condiviso l’idea di fare la ‘Come Don Chisciotte Ltd’. Ed ecco perché mi è stata sottratta la proprietà del dominio.

Hanno esautorato la persona che, facendosi avanti per prima, ereditò ufficialmente da Davide e Truman il testimone, assumendosene direttamente la responsabilità. Come Don Chisciotte avrebbe fatto.

La triste amara realtà è che sono stato estromesso proprio per volontà della prima persona che coinvolsi in quest’avventura, in questa battaglia contro i mulini a vento. Una battaglia che diventa inutile se motivata dall’interesse particolare. E avvilente, se combattuta col gelido calcolo.

Da quando ho commesso il fatale errore di fidarmi di lui e di loro, hanno purgato dal sito una decina di persone. Me per ultimo.

Forse, ciò che interessa agli attuali “proprietari” di ComeDonChisciotte, più che la crescita dei lettori, è costituire un gruppo di “superiori” appagati dal potere di decidere cosa si possa o non si possa pubblicare e forti del potersi presentare in certi ambienti col biglietto da visita di titolari di ComeDonChisciotte. Io, diversamente, non ho mai cercato nessun altro che gli amici. Volevo contare solo sulle nostre capacità.

E’ triste vedere che questo grande sito, così importante per la libera informazione, stia diventando il classico ‘feudo italiota’ che spaccia gli interessi personali per interessi collettivi.

La sincerità delle mie parole è testimoniata dal fatto che non sono più proprietario di niente.

Rimango proprietario dei canali Telegram che io stesso ho aperto e che sono tecnicamente impossibili da espropriare. Attraverso questi canali, insieme ai membri della redazione che se ne sono andati e che firmano con me questa lettera, vorremmo tenere in vita lo spirito originario di Come Don Chisciotte.

Nonostante la pugnalata alle spalle, continueremo a pubblicare ogni articolo degno di CDC.

Nonostante il tradimento di un amico, sono orgoglioso di quello che si è fatto in questi due anni e mezzo.

Vivo con la serenità dell’anima, fiero di essere stato e di continuare a essere come Don Chisciotte.

 

Ruggero Arenella

Giuseppe Russo

Marco Di Mauro

27 pensieri riguardo “Sono fiero di aver perso, come Don Chisciotte.”

  1. La delusione ha sempre un sapore amaro, ma non si chiude una porta senza che si apra un portone. Grazie per la vostra informazione

  2. Ciao, Ruggero. Mi dispiace tantissimo. Pensa che Gesù deve aver provato ciò che provi tu e che è descritto nel Salmo 40: «Anche l’amico in cui confidavo,
    che con me divideva il pane,
    contro di me alza il suo piede». Sono felice che tu non ti perda d’animo, nonostante tutto. Facci sapere dove e come poterti/vi seguire. Con tutta la stima, grazie!
    Elena

  3. Sono amareggiata per quello che Le é successo, ma non stupita. Ormai il mondo sta andando verso l’auto distruzione perché sempre più persone si comportano come “gli amici” che lei ha descritto.
    Continuerò a seguire con piacere il Suo canale telegram, lasciando alle pecore il resto dell’informazione.
    Resto dell’idea che la purezza d’animo verrà prima o poi premiata, dobbiamo avere la pazienza di aspettare

  4. Cari Ruggero, Giuseppe, Marco
    Avete tutta la mia stima e la mia comprensione, tutto il mio sostegno e supporto ♥️

    Ciò che è accaduto è agghiacciante, terribile, una vera e propria bestemmia.

    Cadendo le maschere, ognuno rimane nudo a se stesso.

  5. Beh io lo aspetterei sotto casa e lo prenderei a bastonate.. Altro che diplomazia e gesti di nobili valori.. però ditemi cosa devo fare? Quindi il sito non c’è più ma siete solo su telegram? Perche se così fosse non mi vedranno più e lo boicotterò con passa parola..

  6. Spiace per ciò che ti è successo, ma sono sicuro che non perderai il tuo seguito di lettori.
    Nulla è perduto e tutto si ricompone.

  7. Mi pare che la storia si ripeta …..hanno infiltrato e corrotto il gruppo fino alla creazione della società inglese ( ma guarda un po’ !) di controllo. Questo significa che CDC ha fatto paura a quelli di Londra…..

  8. Ma, io oramai leggo solo le notizie da Telegram, per cui continuerò a seguirvi, per il resto, che dire, mio padre diceva sempre….le società si fanno sempre in numero dispari e tre sono già troppi…

  9. In ambito e momenti diversi ho subito tali avvilenti esperienze per mano di chi avevo supportato e tutelato in nome di obiettivi che supponevo condivisi. Beh il problema è loro, non nostro. Credo che i traditori non facciano bella vita né abbiano mai goduto di buona stampa nel corso dei millenni.

  10. Vi sono vicino e vi ammiro anche se L amarezza di essere stati traditi è grande. Sono un’ estimatrice del Don Quijote opera eterna per il suo messaggio che attraversa i tempi è rimane attuale ……mai come ora. Suerte! Vi seguo su t.

  11. Da anni, ho sempre trovato in come Don Chisciotte, un’oasi di ragione e lucido senso critico, un sostegno sul percorso del mio diventare Individuo sempre più consapevole e responsabile per la mia vita e della mia relazione con il Mondo.
    In questi ultimi giorni ho percepito un senso di disagio in me stesso frequentando le pagine di CdC , su telegram, un sentore di qualcosa di sbagliato, un senso di sottile tradimento.
    Stavo pensando di lasciare il canale, oggi, proprio ora ho visto il tuo/ vostro messaggio e sono venuto a vedere, vi porto il mio abbraccio in spirito, sono amareggiato da quanto leggo in questo articolo , ma rincuorato dal percepire la tua determinazione a non mollare.
    Conto di seguire il vostro lavoro che non dubito sarà all’altezza dei migliori giorni di Come Don Chisciotte .
    Il mio più sincero e grato augurio a te ed ai tuoi fedeli amici per un continuo grande lavoro a beneficio di ogni onesta e coraggiosa anima di questo nostro mondo e della terra Italia in particolare.

  12. Si percepisce forte la rabbia e la delusione, ma come sostengo da tempo, credo che chi ha elevato tanto la sua frequenza e vibrazione venga spesso “abbandonato” (e in questo caso tradito) da coloro ai quali di alzare la loro frequenza e di elevare la loro energia in una ottava superiore non gli onteressa affatto. Si sta insieme solo finché si suona in armonia, altrimenti meglio suonare da solista. Quindi …. avanti così. !!!!

  13. Salve, condivido in pieno lo stupore per un gesto così vile e condivido ancor di più il vostro entusiasmo a voler continuare a condividere con chi, come me ha ancora voglia di leggervi. Sarò pronta a seguirvi sempre in prima fila in qualsiasi altro progetto vogliate intraprendere. Forza che siete forti.

  14. Che amarezza ! Ok, mi cancello subito come assidua lettrice da Come don Chisciotte e continuerò a leggerlo assiduamente in telegram

  15. Vivo… E mi sento partecipe, di quanto possa essere destabilizzante essere pugnalati così… Mi rendo sempre più consapevole che la degenerazione a cui stiamo assistendo genera da noi, e non si fermerà.. Sono sconfortata, ma poi sentendo le tue ragioni.. unico e vero Don Chisciotte, mi rendo conto che esistono delle persone più grandi di quello che sanno di essere.. Buona fortuna a tutti noi… E grazie

  16. Mi dispiace per quanto successo e vi sono vicina.
    Leggendo gli articoli degli ultimi mesi, mi sono accorta di un cambio di rotta, e non condividendone più icontenuti e sopratutto i toni ero decisa ad uscire.
    Se la vecchia guardia rimane solida si telegram rimango anch’io.

  17. Mi dispiace. Succede sempre più spesso. Che serve a chiarire da su subito ruoli, fini e titolarità di ogni futura i nn iniziativa. Sei in buona compagnia…tanti fondatori esautorati delle loro stesse creazioni. Vi auguro un maggiore successo!

  18. Tutta la
    Mia solidarietà e anche il mio sdegno per quanto occorso. Vi seguirò su Telegram ma a quale indirizzo?

  19. È la strategia subdolamente autoritaria, prendere i buoni e metterli al servizio dei cattivi. Ci troviamo a questo punto proprio per questo, grazie a quei “buoni “ che CEDONO TUTTO ma prima di tutto la dignità. Per cui, caro, carissimo Rugge, Grazie per essere stato e per essere rimasto Come Don Chisciotte! Spiegami, Ti prego, come fare a non incappare nel sito dei ladri di identità e di ideologie. Grazie, in bocca al lupo a Te e a tutti noi che non CEDEREMO MAI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *