Il debito pubblico e l’alcool.

Il debito pubblico italiano oggi si consuma più velocemente che da altre parti nei locali di Torino. A Torino ci sono 100mila universitari, da città operaia è passata a città universitaria. I vostri nonni, contadini, i vostri genitori, operai o impiegati. Voi universitari. Vi state bevendo tutto il lavoro dei vostri genitori, e i risparmi dei vostri nonni. Pronti a migrare in un altro posto dicendo che schifo l’Italia. Avete studiato per quasi vent’anni ma siete stupidi che non avete capito un cazzo di dove state. Del mondo che pensate di conoscere. Quando ti bevi un coca e rum quei soldi sono una parte del debito pubblico del ’76. Almeno che non li abbia guadagnati tu, isieme con l’affitto di … Leggi tutto “Il debito pubblico e l’alcool.”

La durezza del vivere

“…Nell’Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev’ essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l’individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità…” Tommaso Padoa-Schioppa Il Liberismo Darwinista. Cioè la teoria evoluzionistica di Darwin mixata con l’ideologia del libero mercato. Darwin diceva che in natura sopravvive il più adatto, chi si adatta meglio con l’ambiente cirostante. Il Liberismo dice che in economia se si lasciano le persone libere di … Leggi tutto “La durezza del vivere”

In occasione del Natale.

Questa domenica è caduta un giorno interessante: il 21 dicembre. Il solstizio d’inverno rappresenta l’inizio dell’inverno. E’ il giorno più corto dell’anno e il sole sorge nel punto più basso dell’orizzonte. In passato questo periodo era legato alla morte della natura, tuttavia era un momento fondamentale dell’anno. Infatti dopo tre giorni di “stasi”, il 24 dicembre il sole comincia ad “alzarsi sull’orizzonte: le giornate cominciano ad allungarsi. Avviene quindi la nascita di Dio in quanto la luce comincia a vincere sulle tenebre. La “setta” cristiana che aveva conquistato il cuore dell’Impero, si appropriò di questa antichissima festa per dimostrare una certa continuità con gli antichi culti. Fece lo stesso col momento speculare dell’anno. Tre giorni dopo il solstizio d’estate, il … Leggi tutto “In occasione del Natale.”