RACCONTI D’IDENTITA’ GLOBALE

  Oggi più che mai, il confine fra immaginazione e realtà è alquanto labile. Ecco piccole storie plausibili e futuribili della nostra identità globale, ovviamente accuratamente plasmata a tavolino. Come suonano i Calibro 35, “ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale”. Buona lettura.   Maria è nata e vive a Roma da sempre, precaria da quasi sempre. Il quartiere è anonimo, potrebbe essere ovunque. Camminando incontra chiunque, ogni angolo è un mondo a sè fra razze, lingue, culture. L’unica identità comune è il centro commerciale. E’ li che inconsapevolmente si ritrovano tutti, ma in orari diversi, quindi non si incontrano mai. Fa volontariato in una associazione di mutuo soccorso, ma vorrebbe anche adoperarsi per … Leggi tutto “RACCONTI D’IDENTITA’ GLOBALE”

EGEO, NOTE DI ORDINARIA IMMIGRAZIONE. LA VOCE DI UNA VOLONTARIA

Secondo fonti arabe, la Russia sarebbe pronta a colpire la Turchia in caso d’invasione della Siria: “reazione senza esitazioni e senza limiti”. Intanto, la Nato è già arrivata da una decina di giorni nell’Egeo, ufficialmente per “contrastare i trafficanti di esseri umani”: dal settembre scorso ad oggi, secondo l’Unicef, l’Oim (Organizzazione internazionale delle migrazioni) e l’Unhcr (Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati), sono morti 340 minorenni. In media, due decessi al giorno. 700, solo nel 2015 (*). Pubblichiamo in esclusiva lo straordinario racconto di Elin T. Sorensen volontaria norvegese sull’isola di Chios (Grecia), una delle porte d’Europa per chi sogna un avvenire diverso e fugge in preda al bisogno di pace e di un avvenire dignitoso. Non dimenticando … Leggi tutto “EGEO, NOTE DI ORDINARIA IMMIGRAZIONE. LA VOCE DI UNA VOLONTARIA”

LA SOCIETA’ SPLATTER, VIOLENZA TRA FINZIONE E REALTA’

  Il ventesimo secolo è stato “il più violento della storia dell’umanità“, secondo lo scrittore William Golding. E non è che il ventunesimo sembri sulla buona strada. “L’unica anarchia possibile è quella del Potere“, ammoniva Pier Paolo Pasolini. Ed è per questo che ci stiamo impoverendo, giorno per giorno. E non solo economicamente o materialmente. L’epoca neoliberista è feroce, incontrollata, violenta. Non solo vere bombe e moderni schiavi. Non solo profitti illimitati, quelli dei pochi. E’ la sua egemonia culturale che è totalizzante: ha fabbricato una società splatter dove gli schizzi di ciò che è artificiale celano la realtà, mutandola. Mentre il popolo è diretto verso l’ illusoria catarsi, la guerra va in onda “dopo la pubblicità”, la borsa scricchiola … Leggi tutto “LA SOCIETA’ SPLATTER, VIOLENZA TRA FINZIONE E REALTA’”