NON POSSIAMO. Grecia, Spagna, Italia. Esiste reale alternativa al neoliberismo?

La Soluzione finale della questione greca induce non poche riflessioni, sempre che non ci diciamo europei solo per astratto vicinato e quando dobbiamo subire imposizioni da qualche burocrate ex consulente di banche d’affari. Innanzitutto cos’è Syriza? Non è certo un partito di Sinistra – se per Sinistra si intende ancora la tutela e la promozione degli interessi delle classi lavoratrici -, come non è un partito guidato da interessi popolari, ma sostenuto da interessi americani. Plateale l’appoggio del Fmi, con lo studio sull’insostenibilità del Debito greco, reso pubblico nel bel mezzo della campagna referendaria e ripreso dallo stesso Primo ministro nel discorso alla nazione successivo alla vittoria. Tsipras ha cancellato con un tratto di penna lo Stato greco, posto le … Leggi tutto “NON POSSIAMO. Grecia, Spagna, Italia. Esiste reale alternativa al neoliberismo?”

GRECIA, DALLA SPERANZA ALLA TRAGEDIA – La cavia di nuovo in laboratorio, l’esperimento continua

Poco più di sei mesi di ossigeno virtuale, poi il condannato, la cavia, ovvero il popolo, è stato rispedito nella camera di tortura con una violenza senza pari. E’ il prezzo per aver gridato coraggiosamente “Oxi“: No all’austerità. Che invece il governo collaborazionista ellenico, l’ennesimo della Storia, ha utilizzato come delega in bianco per rendere strutturale la povertà presente e futura della propria gente, nonchè per svendere addirittura l’intero paese ai potentati transnazionali, alla finanza, alle multinazionali. Come globalizzazione crea. Si sono fatti imporre persino l’apertura domenicale dei negozi, diktat sui periodi dei saldi, regimentato pane, latte e proprietà delle farmacie. Privatizzare significa PRIVARE il Popolo di un qualcosa che appartiene a tutti. La Treuhandanstalt fu un’ invenzione del 1990, … Leggi tutto “GRECIA, DALLA SPERANZA ALLA TRAGEDIA – La cavia di nuovo in laboratorio, l’esperimento continua”

La democrazia sotto il Partenone

Fu qui, sotto il Partenone, che circa 2500 anni fa, in assembelee democratiche si decise di mandare a morte Socrate e Temistocle. Un filosofo e un ammiraglio a cui Atene, e gli ateniesi, dovevano la loro grandezza. E la loro vita. La democrazia non ha mai avuto un solo significato. E oggi sta mostrando la sua nuova, ultima faccia. La decisione democratica che esprimerà il popolo greco nel referendum di domenica è in reltà uno strumento nelle mani degli avversari. Questa infatti non potrà altro che spostare un equilibrio di potere solo di facciata. E, al contrario, sarà l’arma del ricatto per ogni possibile rivendicazione futura. La Grecia non può uscire dall’Euro da sola, troppo gravosa la percentuale di debito … Leggi tutto “La democrazia sotto il Partenone”

Il lavoro: questione di parole.

Le lingue antiche erano più ricche di quelle moderne. Questa maggiore ricchezza si riscontra in particolare nella loro consapevolezza che ogni termine può avere un significato alto e uno basso. Prendendo spunto dalla musica, in cui ogni nota può essere suonata in ottave sempre più alte pur rimanendo la stessa, possiamo dire che ogni termine ha un’ottava alta e una bassa. Ad esempio, il termine “religione”. All’ottava bassa re-ligio significa “legare, incatenare”, ma all’ottava alta significa “ri-unire”. Per esempio le lingue antiche avevano tutte almeno due modi per dire “amore”, uno era quello fisico, passionale l’altro intellettuale, potremmo dire spirituale. In latino “Amor” deriva dall’egiziano antico “Meri” (MRJ) che significava, appunto, “amare” ed era rappresentato dal geroglifico dell’aratro che solcava … Leggi tutto “Il lavoro: questione di parole.”