RICCHI E POVERI. COM’E’ POTUTO ACCADERE?

  Sembra impossibile che paese di sessanta milioni di abitanti non riesca ad avere un’economia che possa sostenere l’intera popolazione, consentendole un buon tenore di vita. Peraltro, è lo stesso paese tra le prime potenze industriali del pianeta. Un paio di decadi fa. Una natalità al livello dell’Italia preunitaria (Istat, 2014), al Sud più morti che vivi (Rapporto Svimez 2014). Ben 8 milioni di persone non svolgono alcuna attività lavorativa (Censis,2014) e un polacco ormai guadagna più di un napoletano (Istituto di statistica europeo, 2011). E la dolce vita? E’ solo quella del 10% della popolazione che possiede il 50% della ricchezza (2014, Il Sole 24 Ore). Come è potuto accadere? I primi accenni di deindustrializzazione e di finanziarizzazione dell’economia … Leggi tutto “RICCHI E POVERI. COM’E’ POTUTO ACCADERE?”

Accusare la corruzione per corromperci la mente.

Da anni ormai i media sembrano prestare particolare attenzione al fenomeno della corruzione pubblica. Ne si esaltano i casi e se ne parla come problema diffuso, insito nel nostro carattere e di cui dobbiamo liberarci se vogliamo che l’economia riparta. Questo fenomeno mediatico é diffuso non solo in Italia ma anche molto in Grecia e Spagna. Negli anni è stato abilmente usato per distrarci e per preparare il terreno quando dovevamo mandare giù la pillola tutte le volte che l’alta finanza e le grandi imprese multinazionali esigevano le riforme. Ma non solo. “Ma, soprattutto, l’inettitudine dei pubblici amministratori inclinava fortemente l’uomo pratico verso il laissez-faire; sentimento che non è affatto scomparso.” Questa frase é di Keynes, del 1929. E si … Leggi tutto “Accusare la corruzione per corromperci la mente.”