Il debito pubblico e l’alcool.

Il debito pubblico italiano oggi si consuma più velocemente che da altre parti nei locali di Torino.

A Torino ci sono 100mila universitari, da città operaia è passata a città universitaria. I vostri nonni, contadini, i vostri genitori, operai o impiegati. Voi universitari. Vi state bevendo tutto il lavoro dei vostri genitori, e i risparmi dei vostri nonni. Pronti a migrare in un altro posto dicendo che schifo l’Italia.

Avete studiato per quasi vent’anni ma siete stupidi che non avete capito un cazzo di dove state. Del mondo che pensate di conoscere.

Quando ti bevi un coca e rum quei soldi sono una parte del debito pubblico del ’76. Almeno che non li abbia guadagnati tu, isieme con l’affitto di casa, la bolletta del telefono, l’assicurazione della macchina, la benzina, i biglietti del treno, ecc. Godi di un bene che non sai neanche cos’é.

Ma riesci a dire che fa schifo e sei pronto a dare il tuo lavoro al miglior offerente. Ma in fondo non é colpa tua. Sei il prodotto del mondo che hai vissuto, che da uno schermo ti ha insegnato tante cose.

In fondo é colpa nostra, che sappiamo e non siamo in grado di farlo sapere agli altri.

Anche solo se servisse a farci bere di più, il debito pubblico é la cosa migliore che sia mai successa al genere umano. Dopo l’alcool.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *