LUIGI DE GIACOMO: “LA POVERTA’ NON E’ UN INCIDENTE DI PERCORSO”

Riceviamo e pubblichiamo un nuovo prezioso contributo di Luigi De Giacomo,  fondatore e promotore del percorso “Attuare la Costituzione”. — “Dedico questa breve riflessione a tutte le persone che consapevolmente vivono questa diffusa illegalità costituzionale, perchè ognuna si senta responsabile della risposta collettiva che è necessario, ed urgente, organizzare”. Luigi De Giacomo LA POVERTA’ NON E’ UN INCIDENTE DI PERCORSO Senza l’impoverimento culturale di intere generazioni non è possibile ridurre un intero popolo in povertà economica: così, lontano dall’essere un incidente di percorso, la povertà nel nostro Paese, che è oramai “strutturale”, risponde ad una precisa strategia nazionale ed internazionale, ed alle direttive di un neoliberismo imperante. Nel 1948, il 18 aprile, aveva inizio il primo tentativo di governo “costituzionale”, … Leggi tutto “LUIGI DE GIACOMO: “LA POVERTA’ NON E’ UN INCIDENTE DI PERCORSO””

LUIGI DE GIACOMO: “ALDO MORO, LA STRAGE CHE UCCISE L’ULTIMO TENTATIVO DI ATTUARE LA COSTITUZIONE”

  Perchè Aldo Moro? Riceviamo e pubblichiamo il grande contributo di Luigi De Giacomo,  fondatore e promotore del percorso Attuare la Costituzione. Buona lettura. ALDO MORO, LA STRAGE CHE UCCISE L’ULTIMO TENTATIVO DI ATTUARE LA COSTITUZIONE Di Luigi De Giacomo La storia recente del nostro Paese non è argomento di grande interesse: alcune generazioni hanno preferito rimuoverla, per le nuove generazioni essa spesso non esiste. Eppure ci sono avvenimenti che più di altri hanno condizionato profondamente la società italiana, facendole cambiare corso. L’uccisione di Aldo Moro rimane, insieme a quella di Giacomo Matteotti, l’episodio più drammatico nello scenario politico italiano in tempi di pace, un avvenimento tragico così enorme ma che sembra essere oggi quasi dimenticato. Aldo Moro, tra i … Leggi tutto “LUIGI DE GIACOMO: “ALDO MORO, LA STRAGE CHE UCCISE L’ULTIMO TENTATIVO DI ATTUARE LA COSTITUZIONE””

IL PD HA PERSO, IL PD2 HA VINTO. VERSO UN GOVERNO TECNICO A 5 STELLE?

  Gli esecutori materiali della lettera  Trichet/Draghi (2011), cioè i governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni hanno perso le elezioni. Le misure contenute nella missiva targata Banca Centrale Europea sono diventate programma attuativo: “nel nostro schema la persona veniva portata alla soglia di povertà, la famiglia veniva portata alla soglia di povertà“, ha confessato in tv l’ex ministro del Lavoro ed ex presidente Istat, Enrico Giovannini. Naturalmente, arricchendo le grandi aziende e le grandi banche nazionali ed internazionali.  Ricchezza che se ne va: dai salari ai profitti. Ecco perché il Partito Democratico (PD) ha perso la battaglia. Eppure da decenni il PD è lo Stato, è la struttura Stato, lo Stato neoliberista incaricato di realizzare ciò che è già globale. … Leggi tutto “IL PD HA PERSO, IL PD2 HA VINTO. VERSO UN GOVERNO TECNICO A 5 STELLE?”

AGVox: “UNA CIVILTA’ SENZA SOLDI, VOTATA AL PROFITTO”

Ringraziamo l’amico A.G. Vox: ancora una volta, ha voluto condividere con VOX POPULI i propri studi e le proprie riflessioni.  Pubblichiamo il suo ultimo lavoro e teniamolo ben presente, soprattutto in vista delle prossime elezioni politiche del 4 Marzo p.v. . Buona lettura. “UNA CIVILTA’ SENZA SOLDI, VOTATA AL PROFITTO” di  A.G. Vox Nel 2001, con l’avvento dell’euro, l’Italia ha perso la sovranità monetaria e con essa le ultime forze dello Stato-impresa a produrre una politica economica nel reale interesse del Paese. Già a partire dall’ultimo decennio del secolo scorso, un ampio processo di privatizzazioni aveva ridotto la presenza dello Stato nelle aziende e nel corso del decennio successivo i governi hanno perfezionato il disegno neoliberista riducendone l’intervento anche nel … Leggi tutto “AGVox: “UNA CIVILTA’ SENZA SOLDI, VOTATA AL PROFITTO””

REDDITO DI CITTADINANZA O LAVORO VERO?

QUANDO SOPRAVVIVERE E’ CONSENTITO “Reddito  di inclusione: fino a 534 euro”; “reddito di cittadinanza: 780 euro” ; “reddito di dignità: 1000 euro”. Ogni grande partito ci promette una somma mensile per superare la crisi. “Come minimo un reddito per tutti. Se ognuno ricevesse dei soldi senza lavorare, il mondo sarebbe migliore”. Così in copertina, un noto settimanale nostrano. De Correspondent (Paesi Bassi) “Reddito di uguaglianza”; New Scientist (UK) “Un’utopia possibile” ; The Guardian (UK) “Lo Strumento migliore contro la povertà.” Forse perché l’Europa si è trasformata in un inferno: oltre 14 milioni di disoccupati (Eurostat, gennaio 2018). E’ sacrosanto fare qualcosa. “Assicurare un reddito minimo a tutti, o a un livello sotto cui nessuno scenda, quando non può provvedere a … Leggi tutto “REDDITO DI CITTADINANZA O LAVORO VERO?”

La coscienza felice dei circoli ARCI. Neoliberismo a tutto gas.

10 euro per entrare in un posto dove da bere costa come dalle altre parti. Devi fare la tessera. Entro perchè è il compleanno del mio amico, sennò non ci passavo neanche davanti. Alla fine un mio amico mi da la sua tessera ed entro a sgamo. 10 euro in più a chi guadagna milioni senza pagare le tasse mi facevano davvero girare le balle. Torino centro, locale notturno alternativo aperto fino a tardi, dove la gente dice: “ma cazzo sto posto è proprio per la gente come te”. Me? Boh..io vedo solo fighetti vestiti male. Comunque, andiamo a prendere da bere. Il barista con la sua aria da uomo vissuto (perchè lavora in un posto figo, undeground) mi da … Leggi tutto “La coscienza felice dei circoli ARCI. Neoliberismo a tutto gas.”

“FAIR PLAY”, L’UNICA REGOLA DEL POTERE

IL PICCOLO GRANDE FILM DI LIONEL BAILLIU SULLA NOSTRA VITA ORMAI AZIENDALE Il lavoro, miraggio per troppi, può diventare un inferno gestito da pochi. E’ quando il fair play, il rispetto delle regole e delle persone, salta. E se perdere la partita di squash col capoufficio, significasse giocarsi il posto? “Negli affari non c’è fair play che tenga, niente questioni di coscienza, l’unica regola è raggiungere l’obiettivo: con ogni mezzo.” Jean-Claude non ha dubbi, così è arrivato in alto. Così vuole arrampicarsi, ancora più su. Persino in canoa. Ambizione, solo così si vince. “La sconfitta puzza, non c’è niente che appesti di più della propensione all’insuccesso. E tu puzzi di fallimento”. Charles lo spinge al limite, in palio c’è la … Leggi tutto ““FAIR PLAY”, L’UNICA REGOLA DEL POTERE”

COSA SUCCEDE DAVVERO IN VENEZUELA? LA LETTERA DEGLI ITALIANI

da cambiailmondo.org Pubblichiamo una importante lettera sottoscritta da diversi connazionali in Venezuela e inviata agli italiani, sulla strumentalizzazione della “presenza italiana” in questo paese – fatta in più occasioni anche da dirigenti politici e di Governo – e sulla (dis)informazione a senso unico che è rilanciata dai maggiori media italiani sul paese sudamericano. (Segue testo integrale) “Care italiane, cari italiani, cari connazionali, leggendo nei siti on line di gran parte dei quotidiani italiani ed ascoltando i report radiofonici e televisivi emessi dalla Rai e da altre catene, abbiamo purtroppo registrato che rispetto ai fatti venezuelani, vige una informazione a senso unico che rilancia esclusivamente le posizioni e le interpretazioni di una delle parti che si confrontano. Abbiamo anche letto e … Leggi tutto “COSA SUCCEDE DAVVERO IN VENEZUELA? LA LETTERA DEGLI ITALIANI”

Lista partecipanti Gruppo Bilderberg 2017 – Vassalli e alfieri. Mancano i Re.

Paolo Barnard scriveva in un suo articolo che il grande merito del Potere è stato quello di essere abile a non mostrarsi mai all’opinione pubblica. Riportava questa frase di Samuel Huntington, forse il più importante intellettuale liberista del secondo ‘900: “Gli architetti del Potere negli Stati Uniti devono creare una forza che sia sentita ma non vista. Il Potere rimane forte quando rimane nell’oscurità; se si espone alla visibilità del popolo, esso inizia a evaporarsi.“. Il Potere in questione è ovviamente quello delle elites neoliberiste internazionali, e della loro grandiosa rivalsa degli ultimi 50 anni. Questo Potere ha numerose sedi, sconosciute ai più. La WTO a Ginevra, la UE a Bruxelles, la finanza tedesca a Francoforte e quella anglosassone a … Leggi tutto “Lista partecipanti Gruppo Bilderberg 2017 – Vassalli e alfieri. Mancano i Re.”

GLOBALIZZAZIONE E UE: LA LEZIONE DI ANTONIO GRAMSCI. CENTO ANNI FA

“E’ il grande Stato borghese supernazionale che ha dissolto le barriere doganali, che ha ampliato i mercati, che ha ampliato il respiro della libera concorrenza e permette le grandi imprese, le grandi concentrazioni capitalistiche internazionali”. Antonio Gramsci parla così della Società delle Nazioni, è il 19 Gennaio 1918 (1). Quella che chiamiamo “globalizzazione” viene da lontano, forse da lontanissimo: tra la scoperta dell’America e la rivoluzione industriale, tra l’estinzione della civiltà contadina e le trincee della prima guerra mondiale. Gli uomini mandati al macello nell’ “inutile strage” (2) e le donne arruolate alla catena di montaggio. Mentre raddoppia lo sfruttamento dell’individuo nel processo di accumulazione del capitale, si duplica la platea di chi consuma. E la famiglia, cellula sociale libera … Leggi tutto “GLOBALIZZAZIONE E UE: LA LEZIONE DI ANTONIO GRAMSCI. CENTO ANNI FA”